mercoledì 21 settembre 2016

Pensieri sul turismo



“Il turismo apre le porte del mondo incantato delle favole”
Edgar Morin

“La sottomissione culturale del turismo ne ha determinato anche la sua sottovalutazione economica”
Jean Didier Urbani

“Per valorizzare appieno il territorio bisogna togliere il turismo dall’area di marginalità
in cui il pensiero economico di impronta industriale lo ha confinato”
Andrea Granelli

“Solo una mentalità arcaica può far guardare al turismo con lo snobismo di chi lo considera un’attività economica minore”
Giuliano Amato e Carlo De Benedetti

“L'omologazione, il trasformare ogni angolo d'Italia in uno spicchio di periferia urbana fatto di condomini, supermercati, parcheggi, seconde case significa cancellare la ragione stessa del turismo, che è la ricerca della diversità, in natura e nelle culture”
Ulderico Bernardi

"Il problema n.1 per gli italiani è la salvezza dell'industria nazionale: il Turismo"
Jean-Paul Sartre, 1951 


“Fino agli anni ’60 il turismo era considerato dagli intellettuali una falsa esperienza di vita, precodificata e scevra di ogni creatività. Il turista abbagliato dall’immagine pubblicitaria guarda senza vedere, torna a casa senza avere imparato niente. Turista diventa l’etichetta per definire in modo derisorio un individuo soddisfatto della sua inautentica esperienza turistica.”
Sabina Colasanti

“Il clou del viaggio rimane l’euforia di sentirsi altrove”
Duccio Canestrini

lunedì 12 settembre 2016

Niente Informazioni turistiche il pomeriggio o nel fine settimana




Jacques L’Hote, giunto in vacanza a Nuoro, come pubblica il quotidiano la Nuova Sardegna, si è rivolto allo IAT per avere informazioni sulla città, ma ha scoperto che i turisti sono i benvenuti a Nuoro ma "solo la mattina dal lunedì al venerdì o il martedì pomeriggio". Gli altri giorni, i turisti sono invitati a non chiedere informazioni turistiche.

L’immagine in alto parla da sola.

Ennesima conferma di quanto sostenuto in questo blog 
articolo originale qui

martedì 6 settembre 2016

L'accoglienza nei musei


Anche nel campo dei musei l'accoglienza e la relazione con gli ospiti sono strategiche.
Se volete approfondire il tema di seguito segnalo alcuni post che potrebbero interessarvi:

Cosa è un piccolo museo. Definizione

Un piccolo museo deve aprire le porta ad un mondo

Per gestire un piccolo museo ci vuole passione

In un museo la mancanza di visitatori raramente è colpa del pubblico

http://piccolimusei.blogspot.it/2015/04/la-mancanza-dei-visitatori-raramente-e.html

Piccoli musei: 10 mila racconti del nostro Paese


L'Associazione Nazionale dei Piccoli Musei organizza su questi temi un convegno nazionale ogni anno. Quest'anno il Convegno ha come tema "Musei e turismo" e si terrà a Calimera, in provincia di Lecce il 7 e 8 ottobre. La partecipazione è gratuita, qui trovate il programma 

lunedì 29 agosto 2016

Venezia: turisti andatevene

»

Posto una sintesi dell'articolo di Gloria Bertasi, che il Corriere del Veneto ha pubblicato il 18 agosto sui fenomeni di "antiturismo"  a Venezia.
"«Turisti andatevene, state distruggendo questo posto». Lo hanno scritto in inglese, stampato su fogli A4, e (...) hanno mostrato che per una parte dei residenti la misura è colma: impossibile convivere con il turismo di massa. Sui cestini delle immondizie c’era anche un altro manifesto: un maiale in costume che getta a terra rifiuti. Sopra la scritta «Stop» e la didascalia «I’m not welcome in Venice », a Venezia non sono benvenuto. (...) «Serve una soluzione, così non si può più vivere», si legge. 

Qualche straniero, colpito nel vivo, ha commentato: «Per noi che amiamo la città questo messaggio è un calcio in faccia, molti di noi provano a spiegare ai nostri connazionali in visita a Venezia di visitarla con rispetto e sostenibilità». (...) «La misura è colma, la quantità di turisti è eccessiva e manca qualità». Resta il problema di come intervenire. «Servono sistemi di prenotazione, terminal di gestione e smistamento dei flussi — spiega — va bene anche comunicare qualche norma di comportamento ma non è incisivo, serve un progetto complessivo ma pare che non lo si voglia fare ». 

Personalmente ritengo che l'antiturismo sia una fenomeno culturale, conosciuto da tempo, ma oggi poco studiato e storicamente sottovalutato nelle sue conseguenze. Cerco di capire il disagio evidente dei residenti, quanto alle responsabilità e a come andrebbe invece affrontato il problema segnalo quanto ho scritto qui qualche tempo fa.

Segnalo anche l'iniziativa "manifesti per istruire i turisti"


in testa: Immagine Vision, pubblicata dal Corriere del Veneto http://corrieredelveneto.corriere.it/fotogallery/2016/08/turisti_cartelli/venezia-cartelli-contro-turisti-andatevene-240807894050.shtml#1

Archivio blog