venerdì 8 giugno 2012

Pensa alle fragole!


"Un cameriere al Plaza guadagna tra i 15 e i 30 milioni l’anno.
La differenza tra queste due cifre è costituita dalle mance.
Quando proponemmo il giuramento “tutti devono vendere e spingere i consumi”, dicemmo ai camerieri del nostro bar-ristorante che dovevano chiedere a tutti i clienti se desideravano un aperitivo appena seduti a tavola e un dessert alla fine, indicando che avremmo aumentato le nostre vendite di almeno 400 milioni l’anno, e ottenemmo un immediato consenso.
Certo qualcuno ebbe da ridire sostenendo che “nessuno prende più dessert, i clienti sono tutti a dieta”.
Noi rispondemmo di proporre le fragole, perché erano un prodotto ad alto gradimento, e suggerimmo come proporle.
Allargammo i corridoi tra i tavoli e sfoderammo i carrelli con i dessert.
Ovviamente ci fu un boom nella vendita delle fragole.
Avevamo sistemato vicino alle fragole anche un contenitore con la panna montata, e mentre i camerieri illustravano la freschezza delle fragole, i clienti li interrompevano per ordinarle.
Considerate che quando un cliente comincia con un paio di aperitivi, dopo è più facile che prenda le fragole… con la panna montata.
Oggi il nostro receptionist “pensa alle fragole” quando suggerisce ad un cliente se desidera una suite anziché una camera normale".



Anche questo, come il post precedente, è una breve sintesi del famoso discorso di James Lavenson, all'epoca Presidente del Plaza Hotel di New York. Correva l'anno 1974!
Il brano è stato tradotto per la prima volta in italiano da Aureliano Bonini nel 1985 e pubblicato in un libro scritto assieme a me, e oggi introvabile. Questa che vi propongo è una mia riduzione (GD).


L'immagine l'ho presa "in prestito" nella pagina FB dell'Ass.ne Librai.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog