mercoledì 12 dicembre 2012

Il lento declino degli Uffici Informazione Turistica




Ho scelto volutamente questo titolo provocatorio per riportare all'attenzione di chi ama il turismo, di chi crede in questa nostra grande "industria", il tema dell'accoglienza turistica istituzionale.
Oggi diversi Enti, a volte proprio quelli che hanno dilapidato risorse ingenti in fiere turistiche inutili, viste le ristrettezze economiche, tagliano gli IAT.
Non faccio il lungo elenco delle situazioni in bilico in tante parti d'Italia (dalla Lombardia al Veneto, dalla Sardegna alla Toscana), e non cito neppure i casi eclatanti di licenziamenti in corso.
Mi limito a sottolineare le cose che chi conosce il settore sa già:
- l'accoglienza è la nostra vera grande risorsa per il turismo,
- chi accoglie sono le persone (e questo sia offline che online),
- investire in risorse umane, e magari anche in formazione e nuove competenze, rende di più anche in termini di marketing (e di webmarketing), e costa di meno,
Se c'è da tagliare dunque non si tagli mandando a casa le persone, ma rinunciando agli stand o all'ennesimo "nuovo sito web", non si chiudano gli IAT, ma si riorganizzino in chiave marketing, soprattutto sul web, così da trasformare gli IAT in luoghi di relazione e in strumenti di marketing dell'accoglienza.

Se il tema ti interessa trovi notizie e commenti da diverse parti d'Italia qui :
http://storify.com/giancarlodallar/il-lento-declino-degli-uffici-informazione-turisti

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog