lunedì 11 febbraio 2013

Accogliere e gestire il ricordo


Ecco il gesto di accoglienza dello IAT di Imola, che fa parte di una strategia di marketing del ricordo.
E' il frutto della creatività di Annalisa e Mirna, ma anche dei miei seminari, e delle esperienze maturate in altri uffici informazione turistica (Marche Holidays, Trevi ecc.).


Propongo queste immagini perché in Italia sono ancora in molti a pensare che uno IAT debba limitarsi a distribuire depliant, e a rispondere alle domande che riceve.
Uno IAT è invece il luogo ideale per la gestione delle relazioni e per il marketing del territorio, nonché il soggetto deputato al marketing dell'accoglienza.


Conto su di voi per la diffusione di questo approccio "italiano" al marketing, e anche per promuovere la cultura dell'accoglienza.


2 commenti:

  1. io avrei pensato che quando vai a mangiare in un ristorante tipico,sarebbe carino che a fine pranzo il cuoco ti lasciasse una fotocopia con su scritta a mano la ricetta tipica che hai appena mangiato.

    RispondiElimina
  2. Beh, magari non proprio una fotocopia, ma l'idea non mi sembra affatto peregrina.

    RispondiElimina

Archivio blog