domenica 5 gennaio 2014

Cosa ricordano i turisti stranieri dell'Italia: un sorriso


L'Italia si conferma Paese aperto, in grado di attrarre flussi turistici anche per il valore aggiunto dei rapporti umani che gli operatori del settore costruiscono con i clienti.

Nello specifico, è proprio il sorriso del personale di accoglienza il ricordo più frequente che gli stranieri portano in valigia al rientro a casa (39%), seguito dalla disponibilità a offrire informazioni e suggerimenti (27%), l'organizzazione dello staff (22%) e infine le attività proposte per le città (11%).

Giudizi meno lusinghieri, invece, se si analizza la capacità di parlare lingue straniere degli albergatori, guide turistiche e commercianti italiani. Solo il 32% è pienamente soddisfatto su questo punto.

Nella classifica dei ricordi migliori seguono i prezzi di alberghi e ristoranti (10%) i servizi offerti dalla città (8%), la presenza di spazi verdi e aree pedonali (5%).

E' quanto emerge da un sondaggio dell'Osservatorio socio-economico di Pagine Si! che ha coinvolto 500 turisti stranieri che hanno soggiornato negli alberghi di 70 province italiane dall'8 dicembre al 1 gennaio. La maggior parte dei turisti che hanno partecipato al sondaggio provengono da Paesi UE: Spagna, Francia, Belgio, Germania in testa. Il 18% del campione, invece, è composto da cittadini Usa.

articolo originale qui:
http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca_italiana/2014/01/03/l_italia_si_conferma_paese_ospitale_l_unica_pecca_le_lingue_straniere-5-348111.html

Grazie a Ilenia Atzori che mi ha segnalato questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog