lunedì 20 febbraio 2017

Il turismo ha bisogno di una regia


In Italia il turismo ha bisogno di una regia, che non c’è. Ha bisogno di Enti che si occupino di turismo, ma qui ci si occupa solo di promozione, tra l’altro con modalità antiche e inadeguate. 
Questa testimonianza che vi propongo racconta la realtà meglio di tante analisi e conferenze.
"Mi sarebbe piaciuto poter dire al turista giapponese che questa mattina,tutto contento.mi ha mostrato le sue fotografie scattate qui 20 anni fa... che qui nel frattempo le cose sono migliorate... e che il turismo è il fiore all'occhiello dell'economia locale 
...ed invece no...
Desolante, umiliante mostrare uno dei siti archeologici più importanti al mondo...sporcizia, erbacce, zone non percorribili, transenne ovunque...
La stagione turistica è già iniziata e siamo alle solite, pardon...no è sempre peggio..
l''ara di Ierone invisibile, l'anfiteatro romano una giungla, le Latomie quasi impraticabili per non parlare di percorsi e spazi chiusi da anni.
Al teatro greco le margherite selvatiche danno un.tocco di colore distraendo da ciò che si sta sgretolando sotto.i.nostri occhi
Eppure è uno dei siti più visitati in Sicilia..e da pochi anni con l'abolizione delle gratuità per gli over65 si incassa di piu...giusto?
Abbiamo esaurito ogni giustificazione, ogni risposta da dare a chi ci chiede perché accade tutto questo.
In questa giornata cosi importante per noi guide turistiche (giornata internazionale della guida turistica celebrata in tutto il mondo) con profonda tristezza denunciamo uno stato di cose inammissibile.....e ci sentiamo davvero soli in questo nostro grido di dolore"
E' questo un post di Lucia Iacono, del 18 febbraio 2017

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog